Chi sono

Ciao a tutti e benvenuti nel blog di viaggi prontivaligiaevia!  

Mi chiamo Alessia, sono nata nell’87 e vivo a Roma. Lavoro nel campo del turismo da anni. Nella mia città gestisco un affittacamere e curo la parte ospitalità per case vacanze di altri proprietari.

Sono laureata in lingue, parlo fluentemente inglese, spagnolo e francese e al momento mi sono rimessa a studiare, sono iscritta al corso di laurea in scienze del turismo, presso l’università di Tor Vergata di Roma. Formazione e lavoro mi hanno sempre portata a maturare un grande interesse per i viaggi e per le culture in generale.
Altre passioni? Sono fautrice del buon cibo, amo l’arte in ogni sua forma, sono appassionata di danza, di musica, di cinema, della fotografia e… della vitalità

Come nasce il blog

Questo progetto nasce con due obiettivi. Il primo è raccontare e documentare i miei viaggi in famiglia. Condividere con i miei lettori i posti che visitiamo, consigliare mete e attività di viaggio originali per adulti e bambini, trasmettere emozioni, suscitare curiosità e, perché no, aiutare a scegliere la prossima destinazione.

Il secondo è portare alla scoperta di Roma chi mi segue. Quando non viaggio di cosa mi occupo? A parte gestire il mio lavoro da casa e fare la mamma a tempo pieno, amo esplorare la mia città e i suoi dintorni. Sono dell’idea che anche dietro l’angolo ci sia sempre qualcosa di bello da scoprire. Basta solo essere curiosi e attenti, rallentare e non essere frenetici, accontentarsi e godere di ogni possibilità. Roma, penso di conoscerla abbastanza bene, un po’ per lavoro un po’ per passione mi trovo spesso a girarla in lungo e largo. E anche quando resto in città non mi accontento. Cerco sempre di trovare posti nuovi, locali, parchi, ristoranti, musei, attività alternative da vivere in famiglia!

Il mio ideale di viaggio

Se mi chiedessero di descrivermi con una frase direi: “Regalami un viaggio e sarò la donna più felice del mondo”!

Ah, e quando parlo di viaggio intendo qualsiasi tipo di viaggio. Scarterei poca roba, tipo savane e viaggi wild, per il resto apprezzo tutto!

Vi chiederete perché questo blog è rivolto principalmente alle famiglie con bambini.  E’ semplice, da due anni e mezzo a questa parte, la famiglia si è allargata, abbiamo una puffetta di 2 anni e mezzo che si chiama Rebecca. Per noi viaggiare, adesso, significa farlo in 3.

Prima di diventare mamma ho viaggiato parecchio. Sono sempre stata una persona curiosa, dinamica ed esploratrice! E sapete una cosa? Da quando è nata mi figlia non è cambiato nulla! Anzi, forse è aumentata ancora di più la mia voglia di scoprire il mondo, muovermi, viaggiare, andare, fare.

Si, perché oltre al fatto che non amo stare ferma, questo ormai lo avrete intuito, adesso ho un’altra missione. Oltre ad accudire in tutto e per tutto mia figlia voglio insegnarle ad apprezzare le cose semplici e a non essere attaccata alle cose materiali. Quale miglior modo per farlo se non attraverso i viaggi?

Il viaggio non è una cosa materiale ma lascia, ad ognuno di noi,  e in modo diverso, un segno indelebile.

Un viaggio, per me, non è solo esplorazione. E’ la piena attivazione dei cinque sensi, la semplicità che insegna a vivere. Una ricarica di energia positiva, la cura dell’anima. Viaggiare significa andare oltre la punta del nostro naso, uscire dalla zona confort, rapportarsi al concetto di “diverso”, interrompere la routine, farsi un bagaglio di cultura senza prezzo. Senza ricadere nel filosofico. Viaggiare è stimolo, vitalità e ricchezza. E trovo che trasmetterlo ai propri figli sia come concedergli un dono.

E poi, chi l’ha detto che un bambino non sia capace di apprezzare e cominciare ad essere un viaggiatore sin da piccolo?

Last but not least. Non vi ho ancora svelato il mio sogno nel cassetto. Con gli occhi a cuoricino dico: visitare il Giappone. Mi piacerebbe vedere tutto il mondo, si, ma per il Giappone ho un amore incondizionato. Non so esattamente il motivo. Ma prima o poi ci andrò!

I nostri viaggi in famiglia

Viaggiare in famiglia, con bambini piccoli, non è sinonimo di rinuncia. Questa è la nostra filosofia. Chiarito questo, ci piace visitare un po’ tutto; borghi, città d’arte, posti di mare, laghi, montagna. Non amiamo precluderci nulla, basta che si viaggi!

Anche per quanto riguarda le attività ci piace sperimentarne sempre delle nuove. Di carattere siamo curiosi e detestiamo la monotonia.

Chiaramente non azzarderei mai un viaggio wild in famiglia ( o almeno per il momento). Bandite perciò attività del tipo savane notturne, dormire una notte in tenda nel deserto, il lancio col paracadute, scalare l’Everest, e cosi via.

Aggiudicate tutte le altre. Attività di viaggio stile naturalistico, percorsi di trekking, visita ai musei, gite in barca, parchi divertimento, terme, e via dicendo.

Le cose da fare sono tante e sempre nuove. Impossibile elencarle tutte. L’importante è sapersi accontentare, vedere il mondo da una prospettiva diversa, intrattenere e coinvolgere i più piccoli e avere sempre a portata di valigia 3 ingredienti: pazienza, amore e creatività.

Adesso è più chiara la scelta del nome pronti valigia e via? Rappresenta un po’ il mio mood. Sempre PRONTA a muovermi, sempre PRONTA a spostarmi, sempre PRONTA a viaggiare, sempre PRONTA a preparare la VALIGIA, sempre pronta a scappare VIA!

Se anche voi siete dello stesso mood, non mi resta che dire: Modalità on: prontivaligiaevia. Venite con noi!