torino con bambini soldi
Piemonte,  Torino

Quattro cose da fare a Torino con bambini senza spendere soldi

Torino è una città che conosciamo abbastanza bene. Per motivi personali quest’anno ci siamo tornati diverse volte, oramai quando ci troviamo a passeggiare per le vie del centro abbiamo la forte sensazione di sentirci a casa.

La città è accogliente e ha tanto da offrire, oltretutto è tagliata a misura d’uomo per questo risulta anche molto pratica da girare a piedi. È perfetta da visitare per chi dispone di poco tempo ma anche per chi viaggia con i bambini piccoli. (Ho scritto un articolo dove consiglio cosa fare a Torino in due giorni con i bambini, lo lascio qui)

A chi la visita per la prima volta, per farsi un’idea del grosso di questa città, consiglierei di iniziare dal centro storico (monumenti, piazze, chiese) prediligendo le attività gratuite.

A Torino, senza necessariamente spendere soldi, è possibile fare una miriade di cose belle e interessanti. Eccole raccolte tutte in questo articolo.

Le piazze di Torino (tutte bellissime)

Per iniziare a capire l’identità di questa bellissima città consiglierei di cominciare dalle piazze. Torino ospita piazze bellissime, tutte raggiungibili a piedi e visitabili in un solo giorno.

Quella da cui consiglio di partire è Piazza Carlina, una delle mie preferite in assoluto nonché, a mio parere, anche una delle meno artefatte.

Piazza Carlina

Su questo luogo faccio una breve introduzione che riguarda il nome. I torinesi, ormai da tempo, l’hanno ribattezzata piazza Carlina. Tutti la conoscono così ,tant’è che sulle mappe della città sta iniziando ad apparire con questo nome, tuttavia è importante evidenziare che nasce ufficialmente come Piazza Carlo Emanuele II.

Questa piazza rappresenta il nostro principale punto di riferimento quando torniamo a Torino. Nelle immediate vicinanze infatti sorge la struttura ricettiva dove abbiamo alloggiato tutte le volte che Torino ci ha accolti. Si chiama LOB Suite Maria Vittoria, si trova nell’omonima via, ed è una casetta molto confortevole. La cosa che amo di più di questo appartamento è l’arredamento nordico minimalista curato al dettaglio e la luminosità delle stanze.

Il titolare poi è una persona deliziosa, molto cortese e disponibile, ci fa davvero sentire coccolati ogni volta che torniamo. Su Piazza Carlina ci sono diversi bar e ristoranti. Avendoli provati quasi tutti vi consiglio i nostri preferiti, nonché quelli collaudati.

Per colazione consiglio di fare un salto al bistrot Mara dei Boschi. Da provare assolutamente le torte fatte in casa e il gelato alla gianduia: tutto estremamente buono e di produzione artigianale. Presso questo locale, per i freelance, è anche possibile lavorare da remoto nella sala dedicata al coworking.

Per cena consiglio di provare il ristorante tipico torinese La Badessa, un po’ caro ma la cucina è piemontese Doc ed è ottima. Per un aperitivo consiglierei di fare tappa al risto\pub 100 Montaditos e assaggiare la varietà di piccoli panini spagnoli accompagnati da un cocktail o da una birra.

Piazza Castello

Piazza Castello è la regina di tutte le piazze di Torino, punto nevralgico per eccellenza. È maestosa, elegante e di una raffinatezza unica ed è anche la seconda più grande in città. È caratterizzata da una forma squadrata, ed è delimitata da portici che le conferiscono personalità e unicità.

Al centro di Piazza Castello ci sono diversi complessi architettonici degni di nota, tra questi il Palazzo Madama e la Casaforte degli Acaja. Il perimetro invece è circondato da altri edifici storici non meno importanti quali il Palazzo della Prefettura Reale, il Teatro Regio, il Palazzo della Regione Piemonte e la Chiesa di San Lorenzo.

Ci sono anche delle bellissime fontane che sgorgano da terra e che attivano dei getti d’acqua altissimi dove è carino passare con i più piccoli e magari fermarsi per qualche scatto.

Da Piazza Castello si ramificano le principali strade di Torino tra cui Via Po, Via Roma, Via Garibaldi e Via Pietro Micca.

Piazza San Carlo -un museo a cielo aperto-

Piazza San Carlo è una delle piazze più importanti di Torino nonché principale centro di riferimento per l’organizzazione di manifestazioni culturali, concerti e altri eventi cittadini. Dai cittadini è ribattezzata con il nome di salotto di Torino, io penso sia degna di paragone con un museo a cielo aperto.

Nel corso dell’ultimo soggiorno a Torino in questa piazza era stato allestito il set cinematografico del film ‘Fast & Furious 3’, passando per caso abbiamo assistito ad alcune riprese, devo ammettere che è stato emozionante.

Nelle vicinanze di Piazza San Carlo c’è il famoso museo egizio di Torino, un posto dove consiglio assolutamente di portare i bambini qualche ora di pomeriggio: ne resteranno sorpresi. (A Torino ci sono tantissimi musei adatti ai bambini eccoli tutti in questo post)

Passeggiate all’aria aperta

Il parco del Valentino

Nel quartiere San Salvario, lungo il fiume Po, sorge il bellissimo parco pubblico del Valentino un’oasi verde di tranquillità, punto di ritrovo di tantissime persone in qualsiasi stagione dell’anno.

Anche questo è facilmente raggiungibile a piedi dal centro. Noi di solito, prendiamo come punto di partenza Piazza Vittorio Veneto e ci impieghiamo una ventina di minuti per arrivare.

Il parco è molto grande e ricco di vegetazione, ogni tanto capita di incrociare dei dolcissimi scoiattolini, un po’ schivi alle carezze ma molto amanti degli scatti fotografici a distanza!

Per i torinesi il parco del Valentino oltre a essere il posto ideale per praticare sport all’aperto rappresenta anche un importante punto di ritrovo al verde, magari per un picnic o per un aperitivo. All’interno infatti non mancano piccoli chioschi dove sedersi per sorseggiare un cocktail o gustare specialità tipiche piemontesi in compagnia.

Il borgo del Valentino

All’interno del parco del Valentino esiste un piccolo borgo medievale incantevole che è impossibile non visitare. Si accede per mezzo di un ponte levatoio e l’ingresso è totalmente gratuito. Proprio così, si può visitare tutta la parte esterna senza spendere soldi, le uniche attrazioni a pagamento riguardano l’entrata alla Rocca ed eventualmente la visita guidata con accompagnatore all’interno del borgo. Per consultare la tabella delle attività a pagamento lascio questo link .

Il borgo medievale è semplicemente meraviglioso, un luogo fiabesco dove adulti e bambini possono per un momento sognare a occhi aperti. Oltre ad ammirare i bellissimi palazzi, all’interno del borgo ci sono delle botteghe artigiane che vendono prodotti tipici e ogni tanto, nei giorni di festa è possibile assistere a esibizioni a tema (danze, canti o rappresentazioni teatrali in costumi d’epoca).

Il lungo Po

Lungo il fiume Po è bellissimo passeggiare quando è bel tempo. Entrambi i versanti infatti sono costeggiati da natura e cultura dunque il percorso è davvero interessante. Partendo da Piazza Vittorio Veneto consiglio di percorrere tutto il versante destro del fiume e arrivare fino al ponte Principessa Isabella e all’arco monumentale dell’artiglieria. Lungo il Po è possibile anche fermarsi a un bar oppure sedersi sulle banchine per immergersi a pieno in un contesto meno caotico e molto suggestivo della città.

Le chiese di Torino

Chiesa della Gran Madre di Dio

Questa chiesa è una delle più belle e imponenti di Torino, nonché uno dei luoghi di culto più antico del centro. Sorge nel quartiere Borgo Po nelle estreme vicinanze del ponte Vittorio Emanuele I. Ecco in breve qualche cenno storico.

L’edificio fu disegnato dall’architetto Ferdinando Bonsignore e inaugurato nel 1831 sotto il regno di Carlo Alberto. Il progettista per realizzare l’opera si ispirò allo stile neoclassico della chiesa del Pantheon di Roma, esteticamente in effetti le due chiese si somigliano.

Il quartiere che si trova alle spalle della Gran Madre è elegante e signorile, noi abbiamo avuto modo di visitarlo a più riprese. Uno dei ricordi più belli che conservo di questo rione risale a quando siamo stati a pranzo al bistrot Cannavacciuolo, che dalla Gran Madre dista pochi minuti a piedi. Su quest’esperienza culinaria ho pubblicato un reel, sul mio profilo Instagram, dove ho raccolto tutti i piatti provati durante il pranzo con menù a degustazione. Lo trovate qui

Lascia un commento!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: