parco del sorbo con bambini
Lazio,  Roma

Mezza giornata al Parco del Sorbo: la nostra esperienza

Recentemente abbiamo visitato il Parco del Sorbo. Non eravamo mai stati prima d’ora, ma nei miei pensieri, e nella lista di posti da visitare assolutamente, c’era già da un po’.

La mattina che abbiamo deciso di recarci al Sorbo in realtà avevamo pianificato un’altra attività, che alla fine, causa cambio di programma, non siamo più riusciti a portare a temine. Cosi, all’ultimo minuto, abbiamo riformulato un po’ la giornata, optando per una soluzione poco impegnativa per una gita al verde vicino Roma.

Valle del Sorbo con bambini

L’idea del Sorbo è proprio, come si suol dire, caduta a fagiuolo. Il posto è ideale per tutte quelle persone amanti della natura e del trekking, per una gita fuori porta, o per passare un po’ di tempo in famiglia, lontano da rumori e affollamenti.  

Informazioni pratiche: come raggiungere la Valle del Sorbo

La valle del Sorbo è un tratto del Parco di Veio, che si estende tra Formello e Campagnano di Roma.

Una zona verdeggiante, popolata da tanti animali al pascolo e attraversata dalle acque del Fosso della Mola. Quest’area oltre ad essere tutelata come sito di interesse comunitario (SIC) risulta essere, senza dubbio, la parte più adatta nonché più frequentata dalle famiglie con bambini.

Per raggiungerla è semplice. Basta arrivare a Formello e proseguire in direzione del Santuario del Sorbo. In realtà, l’ingresso del parco si trova molto prima del Santuario, infatti, una volta giunti in prossimità di un grande piazzale sterrato, sulla sinistra, e del cartello “benvenuti al Parco di Veio”, vi suggerisco di proseguire per altri 200 metri, fino ad arrivare ad un ingresso pedonale sulla sinistra.

Da qui si sviluppa il sentiero che conduce alla Valle del Sorbo. Non ci si può sbagliare perché dopo aver percorso i primissimi metri a piedi, si scorgerà sulla destra una grande scultura bianca. Superatela e continuate a camminare, siete sulla strada giusta!

Valle del Sorbo
Pic Nic al Sorbo (La nostra esperienza)

Al Sorbo, non ci sono aree attrezzate, per passare una giornata con i bambini, infatti, consiglio di portare tutto da casa. Se andate per praticare del trekking, oltre a suggerire di indossare abiti comodi, scarpe da ginnastica e berretto, segnalo che il sentiero più fattibile da percorrere con il passeggino parte dall’ingresso principale e termina al ponticello in legno. Superato il ponte ci si addentra nel bosco, da qui il percorso risulta più dissestato e quindi non particolarmente indicato per bimbi piccoli a bordo passeggino. L’ideale sarebbe munirsi di marsupio o zaino da trekking.

Se invece, come noi, avete in programma un pic nic, portate più di una bottiglia d’acqua (al Sorbo non ci sono fontanelle), un telo, una borsa frigo, cibo, tovaglioli e stoviglie.

Per trascorrere un’intera giornata, consiglio di fare sosta a ridosso del ruscello e del ponte di legno. Questa, a mio avviso, è la parte più ombreggiante, ventilata e anche la più suggestiva. Inoltre, è popolata da tantissime mucche e cavalli che pascolano liberi e allo stato brado. Normalmente, questi animali tendono ad essere un po’ restii, non si fanno né avvicinare né accarezzare. Noi, però, abbiamo incontrato un dolcissimo cavallo bianco che senza timore si è appropinquato pian pianino, lasciandosi andare a qualche coccola.

L’ultima cosa che suggerisco di non perdere è la cascata della Mola. Si trova superato il ponte, sulla sinistra, c’è comunque un piccolo cartello in legno dove leggere chiare indicazioni.

cascata della Mola di Formello valle del Sorbo

Malgrado la Cascata della Mola di Formello si possa ammirare solo attraverso una rete merita indubbiamente una sosta.

Sito web e contatti

Per approfondimenti o per venire a conoscenza di attività pubbliche proposte dal Parco del Sorbo vi rimando al sito ufficiale che trovate QUI

Mentre per contattare direttamente i guardiaparco lascio il numero alla linee fisse: 06.9042774

Se, invece, siete alla ricerca di altri posti da visitare nei dintorni di Roma vi lascio l’articolo di un agriturismo con laghetto che abbiamo visitato l’anno scorso nei pressi di Tivoli.

Tivoli in famiglia. Mezza giornata al laghetto di nonna Patty

Lascia un commento!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: