vallerano
Lazio,  Destinazioni in famiglia

Mezza giornata a Vallerano per la sagra della castagna.

Ottobre ed è tempo di castagne! Quest’anno in occasione della sagra della castagna di Vallerano, approfittando di una bellissima giornata di sole, ci siamo avventurati alla scoperta di questa nuova località.

Ecco che con un solo “ sforzo”, in occasione di questa manifestazione, siamo riusciti a cogliere due vantaggi. Il primo: visitare il paese. Il secondo: deliziare papille gustative, olfattive e visive al tempo stesso.

Vallerano, è un borgo grazioso, abbastanza grande, che dista solo 70 chilometri da Roma. Dopo averlo scoperto consiglierei una visita a chiunque, ma soprattutto a due categorie di viaggiatori:

a) A coloro che apprezzano le gite fuori porta e che non vogliono allontanarsi troppo da casa. Vallerano è un paese carino, ricco di storia, monumenti, chiese e piazze da visitare. Si trova a mezz’ora di macchina da Roma e questo lo rende il classico posto ideale per tutte quelle persone curiose di visitare posti nuovi ma un po’ pigre, o che per un motivo o l’altro vogliono mantenersi nelle vicinanze.

b) Alle famiglie con bambini. Vallerano oltre ad essere un borgo interessante dal punto di vista storico-artistico e ad offrire le classiche “attività da borgo”, pranzo in posti tipici, visita ai monumenti, passeggiata per il centro, accoglie molto bene le famiglie con bambini. Le strade sono percorribili con o senza passeggino, c’è una piazza ampia e luminosa dove si può fare sosta, per mangiare un boccone al volo o per sedersi, c’è un ampio giardino pubblico, con area giochi annessa, dove sono presenti altalene, scivoli, cavallucci in legno, panchine e dove è possibile far divertire anche i più piccoli evitando la monotonia del semplice “passeggiare avanti e indietro” per il paese.

Ecco qualche foto del giardino pubblico. Abbiamo avuto il tempo di scattarne parecchie perché si è trattata di una sosta molto prolungata. Rebecca, infatti, attratta da tutti i giochi, è stata impegnata per una buona oretta (buona sta per = abbondante)

La sagra di Vallerano

Adesso concentriamoci sulla sagra della castagna. Si tratta di un evento autunnale a ricorrenza fissa che ogni anno, ad ottobre, ospita un programma ricco di eventi: mercatini, stand artigianali e gastronomici, spettacoli, mostre, eventi ludici, artistici e musicali.

Passeggiando tra gli stand, come ad ogni classica sagra, è possibile trovare dei veri prodotti locali. Noi, ad esempio, abbiamo acquistato due confezioni di biscotti tipici di Vallerano; i cosiddetti crucchi, dei biscotti tondi, di grandezza media, composti da cacao e nocciole tostate. Uno tira l’altro, buonissimi.

Dopo i crucchi, sempre camminando tra gli stand, è stato il turno delle caldarroste. Abbiamo letteralmente ceduto all’acquisto di due cartocci, d’altronde impossibile non resistere.

I venditori di caldarroste sono sparsi ovunque, il profumo è inebriante, e le castagne sono castagne, buone in tutte le salse!

Dove mangiare a Vallerano in occasione della sagra.

Un’altra caratteristica di questo evento riguarda la cucina tipica. Durante tutto il periodo della manifestazione, a Vallerano e nelle zone limitrofe, è possibile mangiare gustosi piatti del posto, a prezzi vantaggiosi, all’interno delle classiche cantine di tufo. Le cantine aprono solo in occasioni di grandi eventi, pertanto il consiglio è di prenotare uno o due giorni prima, cosi da garantirsi un posto a sedere.

Noi abbiamo pranzato presso la cantina polisportiva del cimino e con un menù fisso a soli 20 euro a persona abbiamo mangiato: antipasto misto di affettati e formaggi, due primi, tra cui spaghetti con ragù di castagne e strozzapreti pancetta e castagne, patate al forno e porchetta, dolcetti del posto, caffè e amaro.

Le cantine di tufo sono spartane ma accoglienti. Rustiche e calorose. All’interno delle cantine, si mangia tutti assieme, seduti uno accanto all’altro, disposti su lunghe panche e tavolate. Tra una portata e l’altra si scambiano quattro chiacchiere, si ascolta musica dal vivo, si canta e si conoscono persone. Normalmente all’interno di una cantina di tufo la linea del telefono non prende. Questa potrebbe essere un’ottima scusa per riporlo in borsa, staccare la spina con il mondo virtuale, godersi in allegria momenti di convivialità.

E con questa ultima foto noi vi salutiamo! Siamo curiosi di sapere se siete mai stati a Vallerano e se vi piacciono le sagre!

Lascia un commento!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: