Destinazioni in famiglia,  Lazio,  Roma

ROMA: 6 POSTI ALL’APERTO DOVE PORTARE I BAMBINI.

“L’estate sta finendo, e un anno se ne va. Sto diventando grande, anche se non mi va, non mi va!”

Bene, mammine. Sulle note di questa canzone, cantata dal duo Righeira nell’anno 85, vi dico che l’estate sta finendo.. Anzi, diciamocela tutta, è proprio finita.

Le giornate sono tornate ad accorciarsi. La sera fa buio alle 20. L’autunno, la pioggia e l’inverno sono dietro l’angolo.

Sia chiaro, non che mi dispiaccia. Benché sia una persona che vede in ogni stagione il suo lato positivo, preferisco in assoluto il periodo invernale. Freddo, copertina, pigiamone, tv ( anche se con cartoni animati), cioccolata calda, che ai bimbi piace un sacco, forno acceso, profumo di torta fatta in casa.. E poi basta, potrei scrivere per ore e ore.

 Tuttavia, sono certa che l’estate mi mancherà, e cosi mi mancherà anche il poter organizzare il mio tempo libero in funzione delle belle giornate.

Perciò, considerando che a breve accoglieremo la stagione del : “oggi piove, in quale posto al chiuso posso portare il mio bimbo?” ho deciso di approfittarne adesso, decidendo 6 posti all’aperto dove portare Rebecca nei prossimi giorni. Voglio sfruttare il più possibile le giornate tiepide che ( si spera) possa ancora regalarci questo mese.

Cosa troverete in questo articolo? Una lista di posti, adatti ai bambini, dove trascorrere piacevoli giornate all’aria aperta.

Ne ho raggruppati 6, perché sono posti che ho già esplorato e che conosco abbastanza bene qui a Roma.

Dategli un’occhiata e se non ci siete mai stati vi consiglio di farci un salto!

Villa Panphili

Inizio con il parco più vicino a casa mia. Villa Panphili. Non per peccare di presunzione ma si può dire che conosca questa villa come le mie tasche. Ci sono sempre andata, fin da piccola. I miei genitori portavano me e mio fratello, oggi io porto Rebecca e i nostri due cagnoloni.

Questa villa è enorme. Vanta 184 ettari di terreno e per accedere ci sono diversi ingressi.

Quelli dove mi reco più spesso quando porto mia figlia sono due.

PRIMA ENTRATA. VIA VITELLIA 102

Viale Vitellia 102. Amo questa parte per due motivi. Area giochi e bistrot. Two is better that one

Accedendo da questo indirizzo si imbocca un piccolo viale che conduce di fronte all’unico locale immerso nel cuore della villa. Il Vivi Bistrot. Un piccolo punto ristoro curato dei dettagli che offre ottimi prodotti biologici. Segue un’ampia area giochi.  

Il bistrot è un ottimo riferimento per tutti ma soprattutto per le famiglie con bambini. Comodo per fare colazione, pranzare, fare merenda ma anche per organizzare un pic nic all’aperto in famiglia.

Pic nic io e Reby. Mangiando Pancakes

Il Bistrot, per il pic nic, fornisce cestini in vimini che è possibile riempire a proprio gusto e un telo su cui stendersi a terra. Il menù del ristorante propone piatti bio come pasta fredda pesto e pinoli, insalata di riso, porzioni di quiche lorraine e altri piatti stagionali. Inoltre, nel cestino, il personale del Bistrot inserisce tutto l’occorrente per un pranzo a contatto con la natura: posate, tovaglioli, piattini e contenitori per il cibo, il tutto usando rigorosamente materiali ecosostenibili.  

Cestini in vimini. Interno del Vivi Bistrot- Villa Panphili.

L’area giochi, invece, è spaziosa e comprende diverse attrazioni: 4 altalene,  due scivoli, qualche cavalluccio a dondolo in legno, due strutture dove arrampicarsi e fare dei percorsi, 3-4 panchine dove ci si può sedere tenendo sott’occhio i propri figli. Solitamente la fascia oraria in cui preferiamo recarci in questo posto è la mattina. C’è poca affluenza, i giochi sono abbastanza liberi, l’arietta è fresca e gradevole ( anche nel periodo estivo). Il nostro rituale di solito è: colazione con croissant, succo di frutta oppure pancakes e cappuccino e poi 1-2 ore di gioco libero per la piccolina.

L’area giochi e il bistrot seguono gli orari di apertura e chiusura della villa. Che poi normalmente segue i ritmi orari e stagionali dell’alba e del tramonto.

SECONDO INGRESSO VIA AURELIA ANTICA 328

Un altro ingresso di Villa Panphili si trova in Via Aurelia Antica 328. Da questa parte c’è un delizioso laghetto con un ponticello da dove è possibile salutare tartarughe d’acqua e altri pesciolini. C’è tantissimo spazio al verde dove organizzare giochi di movimento all’aria aperta, pic nic o compleanni, e poi ci sono tanti alberi e punti d’ombra dove concedersi una pausa relax.

Non molto lontano da questa entrata inoltre è presente un’altra area giochi. Per raggiungerla si deve prendere come punto di riferimento la cascata d’acqua che si trova di fronte al laghetto. Tenendosi la cascata alle spalle si deve voltare verso destra e proseguire la camminata. Dopo circa 40 metri ci si troverà di fronte ad una vecchia villa a due piani. Una struttura disabitata. Il percorso prosegue verso sinistra, e già si dovrebbero intravedere i primi giochini.

In questa area giochi è presente una piccola pista da pattinaggio, un’area basket e altri tipi di giochi per bambini dai 3 anni in su.

Villa Borghese

Proprio pochi giorni fa sono tornata nella splendida Villa Borghese. Ho trascorso con Rebecca un piacevole pomeriggio mamma- figlia reso ancora più divertente dall’incontro al parco con una mia amica e suo figlio, nonché coetaneo e best friend di Rebecca.  Come al solito ogni volta che andiamo a Villa Borghese ci divertiamo un sacco.

Anche questo parco è molto grande e vanta diversi ingressi. L’entrata che consiglio alle famiglie che si recano con bambini è in assoluto quella di Via delle belle arti. Il motivo è semplice. Per i bambini ci sono tantissime attività divertenti.  

Intanto, proprio a ridosso dell’entrata principale, superato il grande arco, sulla sinistra, c’è una grandissima area giochi. L’attenzione dei vostri bambini sicuramente verrà catturata da scivoli e altalene ma vi consiglio di proseguire e di fermarvici al ritorno, il divertimento non è ancora iniziato.

Oltrepassato l’arco, sulla sinistra troverete un piccolo laghetto artificiale. Elegante e circondando da sculture, ogni volta che ci passo mi rievoca lo stile dei laghetti dei parchi parigini.

La prima attività da fare in famiglia all’aperto è proprio qui, su questo lago. E’ possibile infatti noleggiare una barchetta e fare un giro romantico genitore-figlio.

Il noleggio costa 3 euro a persona per un giro di 20 minuti, 1,50 per i bambini fino a 110 cm di altezza.

Per la seconda attività ci si deve dirigere verso la principale via asfaltata che si incontra proseguendo dritti, oltrepassando il laghetto. Una volta arrivati in questa via, attraversando e procedendo per altri 20 metri si giunge alla Casina Raffaello.

Casina Raffaello è una ludoteca comunale. Questa struttura vanta due aree giochi, una interna, l’altra esterna. L’accesso è completamente gratuito e si può restare tutto il tempo che si desidera.

All’interno ci sono due sale ludiche, una dedicata ai bimbi più piccoli, 0-3 anni, l’altra dedicata ai bambini più grandi dove sono presenti tanti libri e qualche gioco interattivo.

L’esterno invece è caratterizzato da due casette in legno e una trave dove i bambini si divertono a giocare e dove passerebbero le ore senza accorgersene.

Ultima attività, forse la più scontata, è fare lunghe camminate, con o senza passeggino, portare teli e stendersi a terra, portare una palla da gioco, tanta fantasia e il divertimento verrà da sé.

Amo questo parco anche solo per portare Rebecca a prendere un gelato. L’interno infatti è ben fornito di punti ristoro. In questa zona ad esempio ci sono diversi chioschi mobili dove fare una pausa caffè, acquistare bibite o gelati, e poi c’è un bar/ristorante, la “Casina del Lago”, dove è presente un’ ampia sala esterna con diversi tavolini, ideale per fare colazione, pranzare, fare aperitivo, prendere una buona merenda per i più piccoli

Gianicolo

Il Gianicolo è un must per tutte le famiglie. Mi riporta indietro ai tempi dell’ infanzia. Teatrino delle marionette, sparo del cannone di mezzogiorno, giostrine “all’aperto”.

Ma andiamo per ordine. Intanto dire Gianicolo e non spiegare il punto preciso dove poter svolgere queste attività è riduttivo. Vi consiglio di dirigervi in Piazza Garibaldi, parcheggiare la macchina nelle vicinanze, su strisce blu a pagamento non avrete difficoltà a trovare posto, e poi dirigervi verso gli unici due chioschetti della piazza. Proprio dietro questi due bar mobili, esiste un piccolo teatrino verde dove nel week end va in scena il famoso spettacolo delle marionette. Sul piccolo palco si esibiscono, come da tradizione, pulcinella e altri personaggi che sapranno intrattenere sia adulti che bambini. Per assistere allo spettacolo, che solitamente dura mezz’ora, bisogna raggiungere un numero minimo di 10 spettatori. Non si deve comprare nessun biglietto ma si può lasciare un’offerta libera alla fine della performance.

Lo sparo del cannone è un’altra attività carina a cui assistere. Si svolge sempre nei pressi di Piazza Garibaldi. Dalla terrazza del Gianicolo è molto vicino, basta recarsi al di sotto della terrazza, oppure chiedere a qualche passante indicazioni più precise. Sicuramente qualche esperto di zona vi saprà indicare dove si trova il cannone dal punto preciso in cui vi trovate.

Lo sparo del cannone è un rituale che si ripete dal 1847. Questa usanza nasce per impostare uno standard alle campane di tutte le chiese di Roma, per far sì che suonino esattamente alla stessa ora, a mezzogiorno in punto.  Assistere a questa usanza dura pochi secondi, ma sarà un’esperienza talmente particolare che resterà memorabile a tutti.

Ultima attività che consiglio al Gianicolo, un giro sulle giostrine! Le più antiche di questa zona, 20 anni fa già esistevano! Potete trovare la struttura poco piu avanti di Piazza Garibaldi, andando verso la passeggiata del Gianicolo. Ad attendervi troverete gonfiabili, palline e giostre al coperto. Per fare un giro è necessario prendere i gettoni. Anche qui divertimento assicurato.

Laghetto di Tor di Quinto

C’è un laghetto artificiale a via di Tor di Quinto, immerso in un comprensorio dove ci sono anche tanti giochini, un bar e un ristorante.

Il lago è circondato da tantissimo spazio al verde.

Le attività da fare qui sono tante: si può passeggiare a bordo lago, anche con i passeggini il percorso è comodo e agevole, si può prendere posto sul prato, sedersi e far giocare i propri bimbi all’aria aperta, fare pic nic, brunch a contatto con la natura, fare un salto all’area giochi dove ci sono scivoli e altalene, recarsi al bar per acquistare cibo e bevande.

Molto carino è anche il ristorante interno al comprensorio del laghetto, Quinto.  E’ un locale lounge, moderno, curato ed elegante che offre prodotti di prima qualità. Il menù propone pizza, piatti della cucina romana e tante altre specialità.

Villa Torlonia

Villa Torlonia si trova sulla Nomentana. E’ una villa piccola e raccolta, davvero una piccola gemma da visitare con i bambini. In questa villa non ci sono aree giochi ma c’è la Casina delle Civette, una struttura carinissima che durante l’anno ospita mostre e vari eventi. Portare i bambini a vederla anche solo esternamente sarà divertente, penseranno di trovarsi di fronte alla casa di Hansel e Gretel.

 Presso questo edificio durante l’anno organizzano mostre interessanti. Consiglio sempre di dare un’occhiata al calendario e di controllare se ci sono eventi adatti anche ai più piccoli.

Attualmente, ad esempio, fino al 15 settembre 2019 sono in corso due mostre. Una sulla ceramica, l’altra sulla produzione artistica dei vetri di murano.

Ma per i bambini, le attività non sono finite. C’è un’associazione di Roma, che organizza visite guidate e racconti fiabeschi. L’associazione culturale Calipso.  La loro filosofia è : “DIVERTARTE, imparare l’arte divertendosi”.

L’obiettivo, spiegato nel dettaglio è introdurre bambini e ragazzi al mondo dell’arte attraverso un ciclo di visite guidate e il racconto di fiabe coinvolgenti.  

Per saperne di più vi consiglio di dare un’occhiata a questo link. Potete consultare direttamente sul loro sito il calendario eventi adatti a bambini.

https://associazioneculturalecalipso.com/category/attivita-per-bambini/

Villa Sciarra

Non molto distante dal Gianicolo c’è un’altra villa degna di visita. Villa Sciarra, la villa del quartiere Monteverde, uno dei più eleganti e inn di Roma.

La villa non è grandissima, in un pomeriggio si riesce ad esplorarla tutta.

Anche qui non ci sono giochi ma ci sono tante fontane, tante statue, edifici, siepi, alberi, tutto estremamente ben curato.

Con un po’ di fantasia si può fare un giro a piedi e intrattenere i propri figli raccontandogli una storia divertente.

Io ad esempio ogni volta che porto Rebecca mi diverto a raccontarle la favola rivisitata di cappuccetto rosso. In questa rivisitazione c’è il lupo che si nasconde dietro ai cespugli, all’improvviso appare perché ha fame e sta cercando qualcosa da mangiare.. Lei si diverte tantissimo ed è ancora più intenta a guardarsi intorno, a studiare l’ambiente, a cercare questo famoso lupo!

Quando vedo che la sua attenzione comincia a calare allora le propongo vari giochi di movimento. Nascondino, color color, giochiamo a palla, a 1/2/3 stella, ecc ecc.  Ed ecco che cosi anche a villa Sciarra volano le 2/3 ore canoniche di giochi ed intrattenimento bimbi.

Bene, spero che i miei consigli vi siano piaciuti!

Se ne avete piacere condividete questo articolo con persone a cui potrebbe interessare!  

Lascia un commento!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: